sabato, 23 Marzo, 2024
13.5 C
Napoli

Gratteri: “Geolier all’università di Napoli? Sono senza parole, servono modelli di vita”. Il rettore: “Incontra giovani come lui”

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

“Queste cose lasciano senza parole, se molla l’università siamo alla fine”. E’ il commento, in merito a una domanda in riferimento alla presenza di Geolier alla Aula Magna della sede di Scampia dell’Università Federico II di Napoli in un incontro con gli studenti, del procuratore capo di Napoli, Nicola Gratteri, durante la presentazione del suo libro “Il Grifone” all’IC Sogliano di Napoli.

“Non voglio neppure sapere chi è il cantante”, ha aggiunto sulla questione Gratteri, “se si arriva a questo si deve mettere in discussione anche chi ha organizzato e cosa è diventato il percorso universitario, se non si ha la sensibilità che si devono portare all’università solo eccellenze, modelli di vita per la formazione dei ragazzi, anche analfabeti che si sono affermati nella vita come modello positivo partendo da zero, da sotto zero”.

Secondo Gratteri, “queste cose non devono passare come acqua fresca, nei modi dovuti si deve contestare e protestare, non dobbiamo assuefarci a questo imbarbarimento, non si deve accettare cultura a basso costo, l’università è un luogo di luogo di formazione e di raffinatezza culturale e formativa. Non svendiamoci più di quanto ci siamo svenduti”, ha concluso Gratteri.

Il rettore

“Invitiamo Geolier in ateneo perchè si confronti con tanti giovani come lui” aveva spiegato giorni fa il rettore della Federico II, Matteo Lorito. “Lo portiamo nelle nostre aule perché si incontri e si confronti con tanti giovani come lui e si racconti loro senza filtri. Questa è la funzione di una università, non certo quella di fare spettacolo”. Anche se iniziative del genere suscitano perplessità: “È difficile fare cose che siano diverse dai soliti esami, lezioni e ricerca – aggiunse Lorito – senza che si accendano polemiche. Ma noi accettiamo di buon grado, come sempre, coloro che esprimono dissenso».

Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ricevendo nella Sala dei Baroni Geolier dopo l’affermazione di Sanremo disse: “Abbiamo il piacere di ringraziarti e di darti un incarico: quello di mandare un messaggio positivo con la tua musica, il tuo linguaggio e la tua capacità di parlare ai tanti giovani, non solo della nostra città e della nostra regione, ma del Paese intero”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2024/03/23/news/gratteri_geolier_alluniversita_di_napoli_sono_senza_parole_servono_modelli_di_vita-422361404/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi