domenica, 5 Maggio, 2024
14.2 C
Napoli

Mostre, arte e presepi: a Napoli feste con i musei aperti

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

I musei e i parchi archeologici restano aperti nei giorni di festa con mostre, presepi e iniziative speciali, in programma anche il 31 e con le altre aperture straordinarie promosse dal ministero della Cultura dopo quella di ieri: domenica primo gennaio e lunedì due, con ingresso gratuito nel primo giorno del 2023 per la consueta “Domenica al museo”.

Non solo i turisti, anche i napoletani hanno scelto di trascorrere Santo Stefano all’insegna del patrimonio artistico-culturale: 900 gli ingressi ieri a Palazzo Reale, circa 600 a Capodimonte dove si è tenuto un laboratorio di pastori, 400 quelli a San Martino e 366 a Sant’Elmo soltanto di biglietti staccati sul posto, a cui aggiungere, dunque, quelli on-line e quelli di Artecard.

Il Mann, ieri aperto, viaggia su una media di 1.500 ingressigiornalieri. aaaaLe visite al Museo archeologico riprendono da domani (oggi c’è la chiusura settimanale), off limits solo la sezione Egizia fino all’11 gennaio per manutenzione straordinaria. Per il pubblico è in serbo la mostra sui Bizantini con 400 opere, tra cui una rara moneta con l’effige di San Gennaro e i reperti ritrovati durante i lavori della linea 1 della metropolitana. Ultimi giorni, invece, per ” I greci prima dei greci” ( fino a sabato 31). Il presepe Cortese del Settecento napoletano è visibile fino al 30 gennaio.

Apertura serale straordinaria, oggi a Capodimonte dalle 19,30 fino all’ultimo ingresso alle 21,30, con biglietto a due euro per visite alle collezioni e alle tre mostre in corso, tra cui ” Oltre Caravaggio” sulla pittura a Napoli e la personale di Salvatore Emblema. I biglietti per stasera si acquistano solo presso il museo, dove è allestitoun presepe. Presepe anche a Palazzo Reale, dalle collezioni di Intesa Sanpaolo, visitabile assieme agli appartamenti storici, alla mostra su Don Chisciotte, al giardino romantico ( ingresso libero) e alla Galleria del tempo nelle scuderie borboniche. Domani la chiusura settimanale.

Successo di pubblico nei siti della Direzione regionale musei Campania, in testa Castel Sant’Elmo e San Martino con la più celebre rappresentazione presepiale del Settecento napoletano, il presepe Cuciniello, e con tre mostre: “Un filo nella notte” di Maria Lai, ” Napoli fin de siécle, la fotografia artistica di Pasquale e Achille Esposito” e ” De Vesevi rebus” di Ferruccio Orioli. Apertura regolare per Villa Pignatelli, Duca di Martina e Tomba di Virgilio, ieri visitati da oltre 200 persone.
Numeri da sold- out a Cappella Sansevero dove è in mostra l’installazione dei corpi vitrei di Mauro Bonaventura che richiama le macchine anatomiche del principe alchimista. Vista la grande richiesta, gli accessi sono contingentati ( consigliata la prenotazione che sarà obbligatoria dall’ 11 gennaio). Ed è boom di richieste al Pio Monte della Misericordia con le opere di Caravaggio nei 50 anni di apertura della Quadreria, sia per Gallerie d’Italia con la mostra dedicata al periodo napoletano della pittrice Artemisia Gentileschi in collaborazione con la National Gallery di Londra.

Il Madre (oggi la chiusura settimanale) punta sulle opere di Jimmie Durham. Escape room e visite teatralizzate il 29 e il 30 al museo del Tesoro di San Gennaro. Il Filangieri propone il 30 una caccia al tesoro per i più piccoli. Ultimi giorni, al Pan, per la mostra su David Bowie. Castel dell’Ovo chiude dal 29 al primo gennaio per i preparativi dello spettacolo pirotecnico sul lungomare, il Maschio Angioino sarà aperto anche il primo dell’anno ad eccezione del suo museo civico. Per gli appassionati di sport c’è una mostra su Maradona con i cimeli del museo Vignati nella Chiesa di Stella Maris in piazzetta Grande Archivio. Orari regolari, infine, alla Reggia di Caserta e negli scavi di Ercolano e Pompei, dove ha aperto la Torre di Mercurio per una vista dall’alto della città antica. Alla Reggia di Portici, l’esposizione dei mobili di legno dell’antica Ercolano rimasti intatti dall’eruzione del 79 dopo Cristo. I luoghi d’arte e della cultura saranno aperti regolarmente anche il 31.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/12/27/news/mostre_arte_e_presepi_a_napoli_feste_con_i_musei_aperti-380862625/?rss

spot_img
spot_img

Cosa fare in città

Archivi