venerdì, 3 Febbraio, 2023
6.8 C
Napoli

A Napoli il Festival Internazionale del Settecento Musicale Napoletano

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Un bellissimo percorso musicale che si muoverà dal 700 ai giorni nostri in 7 belle location a Napoli, tra splendide chiese e luoghi di cultura con tanti bravi artisti di fama internazionale

Dal 4 al 30 dicembre 2022 si terrà a Napoli la XXII edizione del Festival Internazionale del Settecento Musicale Napoletano, a dell’Associazione Domenico Scarlatti.

© Napoli da Vivere

Previsti ben 14 concerti in 7 diverse location a Napoli per un percorso musicale che si muoverà dal 700 ai giorni nostri e si parte domenica 4 dicembre ore 11.30 alla Domus Ars di Via Santa Chiara con il concerto, Porpora Jazz Project con Emilia Zamuner voce Francesco Scelzo chitarra Enrico Valanzuolo tromba.

I luoghi ed i protagonisti del festival del Settecento Musicale Napoletano

il Festival Internazionale del Settecento Musicale Napoletano si svolgerà tutto a Napoli con concerti alla Domus Ars di via Santa Chiara e poi nella Sala Scarlatti del Conservatorio di San Pietro a Majella e in luoghi bellissimi e monumentali della città come nella Sala del Capitolo Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, nella Chiesa Gotica e Chiesa Barocca di Donnaregina nel Complesso Monumentale del Museo Diocesano nella Chiesa dell’Immacolata Concezione a Capodichino e nella Chiesa di Sant’Antonio di Padova Carbonelli a Secondigliano.

Tra i protagonisti del Festival ci sarà l’Ensemble Quadrivium Ars et Musica, il Trio Plaerdemavida Ensemble, il Quartetto Dafne, l’ Orchestra da Camera di Napoli, Emilia Zamuner, il violinista Giuseppe Gibboni, l’Ensemble Comtessa de Dia e tanti altri bravi artisti di fama internazionale.

Il programma del Festival Internazionale del Settecento Musicale Napoletano

la sala scarlatti del conservatorio di napoli

  • Domenica 4 dicembre ore 11.30 Porpora Jazz Project con Emilia Zamuner voce Francesco Scelzo chitarra Enrico Valanzuolo tromba. – Domus Ars di Via Santa Chiara
  • Giovedì 8 dicembre ore 19.30 – “Paganini a Napoli” con Carlotta Dalia chitarra – Giuseppe Gibboni violino all’Auditorium Scarlatti Conservatorio di Musica San Pietro a Majella (via San Pietro a Majella, 35);
  • Venerdì 9 dicembre ore 19.30 – “Domingo Miguel Bernabè Terradellas”Il Conservatorio dei Poveri di Gesù Cristo Trio Plaerdemavida Ensemble Paloma Chiner soprano, Jorge Fanjul violoncello, Pablo García-Berlanga pianoforte. Musiche di M.  Terradellas alla Domus Ars Arte Ricerca e  Spettacolo;
  • Sabato 10 dicembre ore 19.30 – “Invida fortuna”Johannes Vaerwer detto Tinctoris: La musica a Napoli ai tempi di Ferdinando I di Aragona con Ensemble vocal   Quadrivium Ars et Musica di Parigi. Direttore Anna Daniela Sestito. Sala del Capitolo Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore (vico San Domenico Maggiore, 18);
  • Domenica  11 dicembre ore 11.30 – “L’Arte dei Partimenti”improvvisazione sui partimenti dei Maestri del Conservatorio della Pietà dei Turchini. Canio Fidanza clavicembalo, alla Domus Ars Arte Ricerca e Spettacolo;
  • Giovedì 15 dicembre ore 19.30 – “Stupor Mundi”Dalla Sicilia a Napoli la nascita della scuola musicale napoletana: Le jeu de Robin et de Marion Comtessa de Dia  , direttore Ferdinando De Martino alla Chiesa Gotica di Donnaregina Vecchia Museo Diocesano (Largo Donnaregina);
  • Venerdì 16 dicembre ore 20.30 – “Giovannella Gesualdo” Madrigale per un Principe Assassino di Enzo Amato. Con Enzo Amato chitarra ed elettronica, Carolina Aterrano danzatrice, coreografie di Antonello Tudisco, alla Domus Ars Arte Ricerca e Spettacolo;
  • Sabato 17 dicembre –“Cimarosa e Moliere” Sonate per fortepiano con Francesco Pareti pianoforte, Patrizio Rispo Voce recitante. Alla Chiesa Gotica di Donnaregina Vecchia Museo Diocesano;
  • Domenica 18 dicembre  ore 11.30“Casta Diva” Il Conservatorio di San Sebastiano: fucina del bel canto con Sangwon Ahn, soprano, Giovanni Gambardella pianoforte, alla Domus Ars Arte Ricerca e Spettacolo,
  • Mercoledì 21 dicembre ore 19.30 – “Dalla Villanella all’Aria da Camera” con Gabriella Colecchia mezzosoprano, Gianni Gambardella pianoforte, alla Domus Ars Arte Ricerca e Spettacolo;
  • Giovedì 22 dicembre ore 19.30 – “La Pazzia” I Concerti di Francesco Durante Quartetto Dafne Musiche di Francesco Durante, Maestro al Cembalo Angelo Trancone, alla Chiesa  di Sant’Antonio di Padova  Carbonelli (Corso Secondigliano, 479);
  • Venerdì 23 dicembre ore 19.30 – “Dixit Dominus” Il Conservatorio di Sant’Onofrio e la Musica Sacra  Dixit a più Voci con Stromenti di Gianfrancesco de Majo. Raffaella Ambrosino soprano, Rosita Rendine soprano, Marina Esposito contralto, Francesco Malapena tenore, Giuseppe Naviglio basso. Orchestra da Camera di Napoli. Direttore Enzo Amato alla Chiesa Barocca di Donnaregina Nuova Museo Diocesano;
  • Giovedì 29 dicembre ore 19.30 – “Cantata di Natale”, Scritto e Diretto da Carlo Faiello. Con Giovanni Mauriello, Elisabetta D’Acunzo, Marianita Carfora, Matteo Mauriello, Santa Chiara Orchestra. Alla Chiesa dell’Immacolata Concezione a Capodichino (Piazza Di Vittorio, 32);
  • Venerdì 30 dicembre ore 19.30 – “L’ammalato immaginario” di Leonardo Vinci   Intermezzo napoletano con danza. Compagnia Stabile dell’Opera Buffa. Raffaella Ambrosino soprano, Giuseppe Naviglio baritono. Coreografie Antonello Tudisco. Orchestra da Camera di Napoli. Direzione Enzo Amato Regia Riccardo Canessa, Chiesa Barocca di Donnaregina Nuova Museo Diocesano.

Festival Internazionale del Settecento Musicale Napoletano

© Napoli da Vivere 2022 – riproduzione riservata – Questo articolo è un contenuto originale di Napoli da Vivere e pertanto protetto da copyright. La sua copia è vietata e la sua riproduzione anche parziale deve essere autorizzata.

Fonte: https://www.napolidavivere.it/2022/12/04/a-napoli-il-festival-internazionale-del-settecento-musicale-napoletano/

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?