venerdì, 3 Febbraio, 2023
6.8 C
Napoli

Napoli, contro il caos dei “baretti” di Chiaia senso unico pedonale alla vigilia di Natale

- Advertisement -https://web.agrelliebasta.it/la-mattina/wp-content/uploads/2021/01/corhaz-3.jpg

Scongiurare il caos della vigilia di Natale. Anche attraverso “un dispositivo straordinario di sicurezza”. Mutuando per il quartiere di Chiaia, a rischio sovraffollamento, il “modello San Gregorio Armeno”, con l’ormai celebre senso unico pedonale che “sta funzionando perché pur nella grande folla c’è più ordine”. Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi vuole ” una città viva ma ordinata”, per la quale “stiamo facendo un grande sforzo ma occorre la collaborazione di tutti i cittadini”. Manfredi ha parlato al Pan, dove ha partecipato alla presentazione di “Napoli Maxima”, l’ultimo volume della collana de ” Le Guide di Repubblica”: al sindaco sono arrivate le preoccupazioni dei commercianti di Chiaia, che temono situazioni poco gestibili nell’area dei baretti.

Il tema è in discussione in prefettura nel tavolo tecnico che vede coinvolte anche le forze dell’ordine. “Va equilibrato – ha detto il sindaco – il giusto desiderio delle persone di vivere con serenità le feste con le esigenze degli esercenti di poter operare. Gli operatori del food vogliono lavorare ma a Chiaia ci sono anche tanti altri settori commerciali che devono farlo e quindi dobbiamo lavorare per contemperare gli interessi di tutti facendo in modo che questa sorta di “bonus” turistico ed economico abbia una ricaduta diffusa che consenta di poter operare a tutti con correttezza”.

E della crescita turistica di Napoli si è a lungo parlato ieri nell’incontro al Pan moderato dal vicecaporedattore di Repubblica Napoli, Giovanni Marino, durante il quale è stata presentata l’ultima guida di Repubblica su Napoli. “Vogliamo fare di Napoli una capitale di livello europeo, preservandola nel migliore dei modi ma cercando di non farle perdere l’anima – ha detto Manfredi – E questa città ha bisogno, per i grandi eventi che ci attendono, di location adeguate. Per questo abbiamo pianificato per il 2023 interventi di ristrutturazione di alcuni luoghi simbolo, dalMaschio Angioino a Castel dell’Ovo, passando proprio per il Pan ” . Che a partire da marzo chiuderà per qualche mese per un ampio progetto di riqualificazione da 800 mila euro. ” Crediamo molto in questo luogo perché rappresenta una vetrina della città e vogliamo che la sua potenzialità culturale aumenti: è un intervento atteso per vent’anni”. Manfredi è tornato anche a parlare del progetto che, attraverso i fondi del Pnrr, porterà alla riapertura del Real Albergo dei Poveri: ” Crediamo nella sua valorizzazione, ne faremo uno spazio per le nuove generazioni, con attività permanenti e temporanee che sostengano l’innovazione, laformazione, lo sviluppo delle competenze e la creatività”.

” Abbiamo ereditato una città con moltissime criticità, ma vogliamo fare di Napoli una grande capitale internazionale del turismo. spiega l’assessora al turismo, Teresa Armato – Dall’8 dicembre abbiamo installato bagni pubblici mobili, abbiamo implementato i servizi di infopoint e da mesi stiamo rafforzando i servizi utili a turisti e cittadini, anche grazie a centinaia di nuovi assunti con Asìa e a una maggiore attenzione al decoro urbano. Per le festività abbiamo previsto una consistente intensificazione della mobilità “.

La presentazione di “Napoli Maxima. Storie, luoghi e segreti – Guida alla capitale della fantasia” ( disponibile in edicola al costo di 14 euro più il prezzo del quotidiano, in libreria e online su Amazon e Ibs) è stata accompagnata ieri da alcuni protagonisti della città, che – da Lina Sastri a Maurizio Marinella, dall’artigiano dei presepi Genny Di Virgilio al maestro pizzaiolo Gino Sorbillo – hanno sottolineato la crescita dell’appeal di Napoli, in termini turistici, e il valore aggiunto rappresentato dalla sua storia, dalla sua tradizione e dall’energia del suo popolo. ” Caratteristiche – ha chiosato il direttore de “Le Guide di Repubblica”, Giuseppe Cerasa – che oggi più che mai le consentono di competere con tutte le grandi città del mondo senza alcun complesso di inferiorità”.

Fonte: https://napoli.repubblica.it/cronaca/2022/12/20/news/napoli_contro_il_caos_dei_baretti_di_chiaia_senso_unico_pedonale_alla_vigilia_di_natale-379894101/?rss

Cosa fare in città

Archivi

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?